Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Cinemacorsaro

Cinemacorsaro

Film, visioni e appunti di cinema


Festa del Cinema di Roma: Hitchcock Truffaut di Kent Jones

Pubblicato da vittorio.zenardi su 30 Settembre 2015, 13:01pm

Tags: #FESTA CINEMA ROMA, #CINEMA

Festa del Cinema di Roma: Hitchcock Truffaut di Kent Jones

Truffaut incontrò Hitchcock per la prima volta nel ’54, quando era ancora solo critico ai Cahiers du cinéma. Otto anni dopo, nell’Aprile del 1962 gli scrisse una lettera:

“Da quando anch’io sono diventato regista, la mia ammirazione per Lei non è diminuita; al contrario, è diventata più forte. Ci sono molti registi che amano il cinema, ma ciò che Lei possiede è un amore proprio per la celluloide, ed è per questo che vorrei parlarle.

Vorrei che Lei mi dedicasse un’intervista registrata della durata di circa 8 giorni e 30 ore. Lo scopo finale poi non sarebbe una serie di articoli ma un intero libro che verrà pubblicato in seguito contemporaneamente a New York e a Parigi, e poi, più in là, nel resto del mondo.[…]”

Hitchcock rispose dalla California con un telegramma in francese:

“Gentile Sig. Truffaut, la sua lettera mi ha fatto venire le lacrime agli occhi, e sono molto grato di aver ricevuto un simile tributo da lei.”

Nel 1962, François Truffaut convinse Alfred Hitchcock a sedersi con lui per un’intervista che durò una settimana intera dove il grande autore britannico condivise con il suo giovane ammiratore i segreti del suo cinema. Sulla base delle registrazioni di questi incontri fu pubblicato “Hitchcock/Truffaut”, che Truffaut amava chiamare “Hitchbook”.

Questo film illustra la più grande lezione di cinema di tutti i tempi che ci porta direttamente nel mondo del creatore di Psycho, Uccelli e La donna che visse due volte.
Quando François Truffaut intervistò Hitchcock su ogni film della sua carriera ebbe un’intenzione molto chiara: mostrare ai critici americani che si erano sbagliati a sottovalutare i film di Hitchcock, che per loro erano solo film di intrattenimento e leggerezza.
Nel 1979 Truffaut ha reso omaggio a Hitchcock in diretta tv davanti a milioni di americani:

“In America, avete rispetto per lui perché gira scene d’amore come fossero scene di omicidio; noi lo rispettiamo perché gira scene di omicidio come fossero d’amore.”

La visione singolare di Hitchcock viene riproposta nel film di Kent Jones da alcuni tra i più grandi registi d’oggi: Martin Scorsese, David Fincher, Arnaud Desplechin, Kiyoshi Kurosawa, Wes Anderson, James Gray, Olivier Assayas, Richard Linklater, Peter Bogdanovich e Paul Schrader.

La conversazione tra i due uomini cambiò profondamente la critica nei confronti dell’approccio del cinema di Hitchcock nel mondo, ma non solo.
Da allora il concetto stesso di “cinema” cambiò per sempre.

Alla festa del Cinema di Roma il 20 ottobre.

V. Z.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post

Archivi blog

Post recenti